14/07/2008 – “MANIFESTI D’ARTISTA 2008” – I appuntamento

La prima tornata di “MANIFESTI D’ARTISTA” che decolla lunedì 21 luglio, comprende gli artisti : Mauro Altamura, Lucia Flego, Ivana Maksimovic.

Mauro Altamura è un artista americano che privilegia, nella sua ricerca espressiva, la fotografia. Ama il ritratto, ma usa una procedura particolare di sfocamento dell’immagine che acquista così un tono crepuscolare, ed introspettivo. L’immagine per il manifesto che s’intitola “Airplane 1” discende da una nuova serie di lavori realizzati con una camera/giocattolo con cui l’artista fotografa aerei in volo. L’immagine dell’aereo è volutamente piccola, quasi una macchia insignificante nella profondità del cielo e non sembra avere alcuna connessione con la terra. L’immenso spazio che lo circonda vuole implicare quell’idea di pacifica solitudine che in passato accompagnava il concetto romantico di volo e viaggio. Dopo l’11 settembre l’aereo da simbolo di potere industriale e di libertà è passato a quello di minaccia e di paura. L’aereo solitario del manifesto, terribilmente lontano, intende riflettere questi nuovi significati confluiti nell’immaginario collettivo.

Lucia Flego propone “Foto di famiglia”, una gigantografia di un matrimonio giapponese, di cui l’artista si è occupata dopo “Self Confident Bride”, (ovvero la sposa sicura di sé). Cioè l’incredibilie scultura/installazione costituita da 20.000 stringhe di plastica, di norma impiegate negli allacciamenti elettrici. E’ una fotografia tratta da un video che racconta questo matrimonio. La sposa è una giovane di un paese – il Giappone – avanzato, sotto molti aspetti all’avanguardia; eppure non è sicura di sé, soggiace al potere maschile che detta le regole. Le tradizioni sono molto rispettate e gli sposi sognano matrimoni secondo rituali antichi come testimonia questa immagine severa, dove il numeroso parentado si dispone, per la foto di famiglia, secondo un rigoroso ordine gerarchico.

Ivana Maksimovic ci introduce alle soglie della vita. Il suo manifesto s’intitola : “Si prega silenzio; stanno nascendo bambini”. L’ispirazione discende da un cartello appeso davanti ad un clinica di Belgrado, in centro città, su cui è scritta la frase sopra citata. E’ un invito – da seguirsi scrupolosamente, pena ingenti multe – al rispetto per i bimbi che stanno venendo alla luce in quel posto e per le madri che li generano. L’idea, in Ivana, si è espansa in due figure abbozzate ai lati, i genitori, e si è ulteriormente concretizzata in una coppia seduta ai piedi del cartello. Un’esaltazione dell’amore dunque e della vita che comporta. Ivana Maksimovic è una fotografa chiaramente attratta da tutto quello che appare insolito, singolare. E questo cartello, tradotto nel manifesto in italiano con caratteri d’oro, è certo uno spunto che cattura l’attenzione, posto com’è in mezzo al traffico convulso di una grande città, dove il silenzio non sembra proprio di casa.

 

Info:  GRUPPO78, via Monte Cengio, 11 – 34127 Trieste/Italy
Tel/fax ++39 040 567136; cell. 3398640784;
mail:  [email protected]
[email protected]
web:  www.gruppo78.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.