12/04/2008 – “Festival 404 On Tour”

Festival internazionale d’arte elettronica a Trieste

SCHEDA PROGETTO FESTIVAL 404 ON TOUR
periodo: 29, 30, 31 maggio e 1, 2  giugno 2008
luoghi di realizzazione : Molo IV, Trieste, Teatro Miela, Trieste,  area del parco di S. Giovanni (ex OPP), Trieste, Museo d’arte Moderna Ugo Carà, Muggia, spazi della sede del C.I.M. ,  Aurisina

descrizione dettagliata del progetto

Il Gruppo 78, associazione culturale triestina che ha come obiettivo primario la promozione e la divulgazione dell’arte contemporanea  intende proporre questo  progetto al fine di costituire a Trieste  un “laboratorio di idee”, un centro a livello europeo di ricerca in progress sul rapporto tra arte e tecnologia, in un momento in cui la rapidità evolutiva dei media tecnologici – registrabile in tutto il mondo ma soprattutto nelle Americhe e nei paesi dell’Asia orientale – ci fa già parlare di era post-elettronica.
L’Associazione vanta 30 anni di attività ininterrotta con oltre 300 iniziative, attestate, per statuto, sull’innovazione sia linguistica che concettuale, rivolgendo particolare attenzione ai nuovi scenari artistici introdotti dalla multimedialità e dalle tecnologie avanzate. Dal 1996 conduce un ciclo di iniziative internazionali denominato “Natura Naturans”, che riportano grande successo documentato da cospicue rassegne stampa.

Cos’è il “Festival 404 On Tour”?

Si tratta di un Festival artistico internazionale organizzato  dall’Associazione Astas Romas  (www.astasromas.org) di  Rosario (Argentina). Il festival  ha  luogo  ogni  anno  nella città di Rosario ed è ormai  arrivato alla sua terza edizione.
Il festival è sostenuto e promosso  da numerose istituzioni tra le quali: la “Alliance Française d’Argentina”, la “Ambassade de France” in Argentina, il “Mondrian Stichting  (Mondina Foundation)”,  la “Association Argentina de Estudios Canadienses”.
E’ un progetto indipendente senza fini di lucro. Il suo principale obiettivo è quello di  diffondere produzioni artistiche di tutto il mondo nel campo dell’arte elettronica, generando un contesto produttivo nel quale gli autori si relazionano tra loro,  favorendo la sperimentazione e l’innovazione dei linguaggi artistici nel loro rapporto con le nuove tecnologie.

Il “Festival 404 On Tour” è la versione itinerante del Festival 404 pensata per offrire una panoramica sull’arte elettronica, trasportando in Europa l’esperienza accumulata in questi  anni in Argentina.

La prima tappa del tour europeo si è svolta a Trieste nel giugno del 2007 riscontrando un grande successo di pubblico, specialmente giovane. Numerosi sono stati i soggetti coinvolti ( artisti, associazioni, istituzioni ). Il successo è stato registrato soprattutto con numerosi interventi on line e televisivi divulgati in tutto il mondo,  in Argentina anche con i media cartacei.
La città di Trieste è stata scelta per le sue particolari caratteristiche geografiche e culturali e  per la sua apertura e il suo slancio innovativo nei confronti di scienza, conoscenza e tecnologia. (basti pensare  all’Area Science Park, Sissa, Centro di Fisica Teorica, Immaginario Scientifico…)

L’evento centrale, al quale hanno partecipato più di quindici artisti di diverse nazionalità, è stato realizzato nell’area del parco di San Giovanni ( ex OPP ) spazio particolarmente attento all’ interscambio culturale, alle nuove ricerche e ai nuovi linguaggi artistici.

E’ intenzione del Gruppo 78 di dare continuità a questa esperienza; per questa ragione si fa carico di curare, coordinare, e promuovere questa seconda edizione del “Festival 404 On Tour” (con l’auspicio di altre successive) partecipandovi attivamente. Il gruppo 78 si propone inoltre di agire in una prospettiva di interscambio e partecipazione con le realtà che gravitano nell’ambito dei “cantieri sociali”  con il Dipartimento di salute Mentale, generando la possibilità, a posteriori – come affermato nel cappello iniziale – di formare un “laboratorio di idee” che possa occuparsi della progettazione di eventi e produzioni multimediali.

Le forme di questo interscambio produttivo possono attuarsi attraverso dibattiti, tavole rotonde e dissertazioni di carattere teorico e informale, e sin da subito promuovendo la partecipazione attiva dei diversi soggetti nella realizzazione dell’intero progetto(organizzazione, gestione degli spazi, diffusione). L’invito si allarga alle associazioni culturali e alle singole persone che frequentano i laboratori artistici e formativi, e soprattutto alle scuole, in particolare agli allievi delle scuole d’arte, che nell’arco del Festival saranno direttamente coinvolti attraverso incontri con gli artisti provenienti da diverse parti del mondo ben disposti a spiegare sia tecnicamente che artisticamente il loro lavoro; ed inoltre con visite guidate.
E’ in corso di perfezionamento un contatto con l’Immaginario  Scientifico la cui presenza all’interno del progetto riteniamo sia molto importante.
Inoltre stiamo avviando anche un particolare contatto con la comunità cinese di Trieste, per coinvolgerla in questa operazione, data l’alta partecipazione al Festival di autori dell’estremo oriente (soprattutto Taiwan, Cina, Giappone)

Il festival -che si articolerà in diversi spazi  a Trieste, Muggia, Aurisina –  comprende diverse sezioni e precisamente : video -art, video-performances, installazioni,  concerti, spettacoli multimediali e performativi, net-art, robotica, nuove ricerche tra arte e tecnologia. Inoltre ci sarà una sezione didattica e informativa, con incontri e conferenze tenute da specialisti del settore sia italiani che stranieri estendendo il campo anche a filosofi, semiologi, scienziati per un dibattito interdisciplinare sulle ricadute comportamentali ed esistenziali conseguenti alla diffusione ed al continuo sviluppo della tecnologia.

I nuovi autori che sono stati invitati a partecipare alla prossima edizione del Festival  provengono da diverse aree culturali (artisti, ricercatori, docenti universitari) e da diversi paesi : Canada, Argentina, Brasile, Germania, Francia, Messico, Giappone, Stati Uniti, Italia, Belgio, Slovenia, Inghilterra, Cina, Spagna, Svizzera, Taiwan.
A questi si aggiungono gli artisti e i teorici invitati dal gruppo 78 e che provengono da : Italia, Slovenia, Croazia, Spagna, Inghilterra, Albania, Kossovo.
Presenzieranno fisicamente al festival  tra i 20 e i 30 artisti, mentre più di un centinaio saranno gli artisti e ricercatori  presenti con i loro lavori di video-art, net.-art, ed elaborazioni digitali.

Il Festival 404 on Tour è diretto da  Gina Valenti e Mariano Guzman dell’associazione Astas Romas; verrà proposto a Trieste con il coordinamento di Guillermo Giampietro, a cura di Maria Campitelli  (Gruppo 78 ).

Collaboreranno l’iniziativa:  la Cooperativa Duemilauno-Agenzia Sociale, il Dipartimento di Salute Mentale, Il Club Zyp, Radio Fragola, Il Laboratorio “P” di Arti Visive, l’associazione culturale Fucine Mute.
Sono in corso contatti con altri gruppi, associazioni,  ed enti per ottenere collaborazioni  e sostegno per la realizzazione del progetto.

Il nome “Festival On Tour” è dovuto al fatto che, dopo Trieste, toccherà altre sedi – in forma più contenuta – in Belgio, Spagna, Svizzera, Inghilterra.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.