La città radiosa

Progetto principale del GRUPPO 78 per il 2008

“La città radiosa” sarà la 13a edizione del ciclo Natura naturans che il Gruppo 78 intende sviluppare nell’arco del 2008.

Il titolo cita Le Corbusier, uno dei padri del razionalismo e del modernismo, coniato quasi cent’anni fa,  in un momento di positive aspirazioni  ad un futuro migliore e di cambiamento tramite le intuizioni della nuova architettura;  titolo attualizzabile tuttavia , come auspicio, ad un progetto da terzo millennio, nella consapevolezza delle distanze.
Esso nasce da una volontà di sensibilizzazione verso beni immobili dismessi della città, da recuperare attraverso l’ideazione creativa e trasformatrice di artisti e architetti, con la partecipazione, anche di artisti  di levatura nazionale ed internazionale che si dovranno confrontare con la realtà del territorio.

Il progetto prevede una particolare ricerca e conseguente mappatura dei siti, pubblici e privati –ma anche luoghi aperti, giardini, parchi abbandonati –   da riportare a nuova vita, partendo da un data-base opportunamente preparato che raccolga informazioni visive e scritte, cui possano attingere gli artisti interessati, non solo locali, per elaborare possibili interventi di modificazione e di riutilizzo o semplicemente di immaginifico intervento creativo con cui evidenziare l’esistenza dei siti individuati.

L’operazione diventerà di seguito  in ogni caso anche  una mostra che proporrà i vari  interventi elaborati dagli artisti/ architetti/ urbanisti/ creativi attraverso immagini, testi, materiale di progettazione e tutti quegli elementi ritenuti necessari per illustrare la natura e l’obiettivo degli interventi ipotizzati. Il tutto magari  accompagnato da conferenze esplicative a scopo didattico e di informazione.
Sarebbe molto interessante poter proporre la mostra in una delle sedi analizzate nel corso della ricerca, sì da revitalizzare automaticamente un luogo abbandonato fornendogli subito una nuova identità e attirando su di sé una nuova attenzione da parte della cittadinanza. In alternativa si ricorrerà ad una delle sedi deputate in città come ad esempio Palazzo Costanzi.

La terza fase dell’operazione prevede la realizzazione di almeno uno degli interventi ideati  con il concorso di uno o più artisti ed altri professionisti coinvolti nell’attuazione di un processo di modificazione e recupero di un immobile o spazio aperto abbandonato.

Progetti e realizzazioni saranno documentati in un catalogo.
Il progetto, aperto ai giovani e a nuove idee,  ha anche una funzione educativa, in quanto si propone di far conoscere luoghi dimenticati e accantonati della nostra città,  di stimolare la loro scoperta e revitalizzazione, tramite i linguaggi  ibridati dell’attuale espressività, e le nuove ipotesi dell’odierna ricerca architettonica sostenibile sul territorio, sì da integrare passato e futuro.

Il progetto si svolgerà con la collaborazione dell’Assessorato  all’Educazione, Università e Ricerca, perché è nato da comuni interessi e necessità maturati in quest’area nel corso dell’attuazione del progetto Public Art a Trieste e dintorni”, articolato nell’arco del 2007.
Ad esempio una struttura dismessa che ha attirato sin da subito la nostra attenzione è il pontile arrugginito degli anni ’30, agganciato alla Stazione Marittima di Trieste, utilizzato per l’imbarco passeggeri dei transatlantici  Vulcania e Saturnia che facevano scalo a New York, prima della seconda guerra mondiale e che ben si presta ad essere evidenziato, per una riappropriazione quanto meno cognitiva,  attraverso gli interventi che artisti ed architetti possono ideare ad hoc.

Organizzazione del progetto “La città radiosa”:
Gruppo 78; curatela Maria Campitelli con svariate collaborazioni, dalla locale Associazione Faltwerksalon dell’arch. Claudio Farina, alle strutture di ricerca di Lucia Farinati, curatrice di arte pubblica residente a Londra, ed altre in via di reperimento.

Periodo:
mostra: settembre/ottobre
realizzazione degli interventi : ottobre/novembre

Info:  GRUPPO 78, via Monte Cengio, 11 – 34127 Trieste/Italy
Tel/fax ++39 040 567136; cell. 3398640784;
mail:  [email protected]
[email protected]
web:  www.gruppo78.it