28/05/2009 – “PUBLIC ART A TRIESTE E DINTORNI” – Presentazione catalogo – GENOVA

 

Presentazione del volume:
Public Art a Trieste e dintorni
A cura di Maria Campitelli con la collaborazione di Elisa Vladilo
(Silvana editore)
Giovedì 28 maggio 2009 alle ore 17,30
Genova, Museo di Villa Croce

Introducono Emilia Marasco e Sandra Solimano,
Intervengono Maria Campitelli, Elisa Vladilo

 

 

“Public Art a Trieste e dintorni” è innanzi tutto il documento di un’articolata operazione svoltasi nel capoluogo giuliano tra il 2007 e il 2008 per la promozione dell’Associazione culturale triestina Gruppo78 I.C.A. a cura di Maria Campitelli con la collaborazione di Elisa Vladilo.
Risponde alla volontà di informare, da diversi versanti, su di un argomento mobile e sfuggente, aperto e in progress, non tanto con l’intento di definirlo  in modo apodittico, quanto di coglierne l’essenza fondante nel suo farsi. E’ l’arte che cresce fuori dai suoi spazi deputati, dal mitico quanto irreale white cube della galleria, dal sistema mercantile esaltato dalle fiere d’arte sparse nel pianeta. E’ l’arte che va incontro alla gente negli spazi pubblici – dove il termine “pubblico” conosce svariate declinazioni – che s’identifica nella quotidianità e nelle problematiche che la vita di ogni giorno comporta. E’ l’arte che pone alla base la relazione del sé con l’altro e compartecipa, in prospettive interdisciplinari, ad un miglioramento sostenibile dell’habitat e della qualità della vita, partendo dal concetto che è piattaforma e legante  di ogni attività umana. “Public Art a Trieste e dintorni” compie questa esplorazione con “Manifesti d’artista”, vetrina d’arte aperta sulla strada, con una mostra documentativa internazionale disposta in tre locations, con site-specifics ed eventi di arte relazionale nel territorio urbano e suburbano, con lo svolgimento di vari workshop, con un convegno internazionale.
(Maria Campitelli)

Il volume Public Art è già stato presentato a Trieste (Stazione Rogers), Milano (DOCVA), Monfalcone (Galleria Comunale d’Arte Contemporanea), Udine (Galleria d’Arte Moderna), Bologna (spazio GPA) e Gorizia (Biblioteca Statale Isontina).

Con questo appuntamento Il Museo di Villa Croce conferma l’interesse che da anni manifesta anche  verso quelle forme d’arte che riescono ad affrancarsi dallo spazio museale tout court. Già nel 2004 con la mostra Empowerment, giovani artisti rappresentanti della nuova scena italiana avevano dislocato i loro lavori nel parco, in città, oltre che nelle due sedi espositive. Con Kaprow l’arte si è spostata in varie Istituzioni culturali cittadine, come l’Università e l’Accademia, coinvolgendo un’intera città fatta di luoghi e persone. Il progetto della BAG (Borsa Arte Giovani) portato avanti parallelamente dal museo, ne ha ulteriormente confermato la vocazione di spazio dinamico, aperto all’esterno e interessato alle nuove realtà artistiche.
In occasione della presentazione a Genova, che avviene come iniziativa congiunta del Museo di Villa Croce e dell’Accademia, saranno presentati nella sala camino del museo alcuni video di documentazione e un intervento di Angelo Pretolani ( Martedì 13 gennaio)

Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura – 
Ufficio Stampa Tel. 010.5574012-4071-4826 
[email protected] 
[email protected] 
[email protected]
Tel. 010.5574736 [email protected] (Musei)

Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce
Via Jacopo Ruffini 3 – 16128 Genova
Tel. +39 010 585772 – 010 580069; fax +39 010 532482
E-mail [email protected]
www.museovillacroce.it
[email protected]

Info:  GRUPPO78, via Monte Cengio, 11 – 34127 Trieste/Italy
          Tel/fax ++39 040 567136; cell. 3398640784;
mail:  [email protected] 
           [email protected]
web:  www.gruppo78.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.